Questa Fiera non s'ha da fare - Parliamo di Artefiera 2021 - Bologna

di Eugenia Neri


“Questa Fiera non s’ha da fare…” Ma il mondo dell’arte moderna e contemporanea si ingegna cercando di reagire. Ed è così che Arte Fiera presenta PLAYLIST: un’iniziativa digitale che parte dall’idea di “selezione e cura di”. Infatti generalmente questa parola significa una sequenza di brani musicali scelti da un DJ, oppure da un musicista, e comunque da persone che hanno competenze in campo musicale. Quindi il motivo per cui la PLAYLIST è interessante non è solo dato dal contenuto ma è enfatizzato dal personaggio che la propone.



Nicola Nannini: La neve dalle mie parti - 200 x 200 Olio su Tela


PLAYLIST è una realtà trasversale che ospita diverse iniziative tra cui mostre d’Arte moderna e contemporanea a cura dell’artista Stefano Arienti il quale, per questa edizione, avrebbe dovuto realizzare la propria opera in grandi dimensioni, ma non ha potuto a causa della pandemia. PLAYLIST ha visioni d’arte a 360° e collabora con la Cineteca di Bologna realizzando letture on demand

(con la partecipazione di Corraini Editore), dialoghi a distanza (in collaborazione con Flash Art) e visite in galleria. E’ gratuita e inclusiva ed è un omaggio di Arte Fiera a chi la segue da anni: dall'affezionato pubblico agli addetti ai lavori, dagli appassionati ai neofiti e agli habitué, con l’intenzione di riaprire le sue porte nel 2022, in un dove e in un quando in cui tutti auspichiamo un ritorno alla normalità.


Simone Menegoi, direttore artistico di Arte Fiera, afferma: “Abbiamo voluto enfatizzare l’offerta culturale che una fiera commerciale propone a ogni edizione, realizzando una serie di dibattiti, una mostra, documentari sull’arte eccetera, senza tralasciare le gallerie che sono i nostri interlocutori principali. Ad esse, infatti, è dedicata una sezione di PLAYLIST che si concentra sulle mostre allestite fisicamente all'interno dei propri spazi la cui accessibilità ha sofferto molto delle restrizioni dell’ultimo anno. È un modo per sottolineare l’importanza dell’autorevole lavoro che fondamentalmente riconosciamo alle gallerie, ma anche per ribadire che l’arte, ogniqualvolta sia possibile, deve essere fruita dal vivo”.



Scultura in carta di Lorenzo Mariani:"Decisions" 75 x 51 x 30


Seguendo il pensiero di Menegoi, abbiamo scelto di visitare la Galleria Forni di Paola Forni (che ha sede a Bologna) che ospita una serie di artisti di cui due saranno presenti fisicamente: Lorenzo Mariani in arte L’orMa, (che sarà presente in galleria, sabato 23 gennaio) e Nicola Nannini (che vi sarà il 24). Il primo è un artista realmente eclettico perché sperimenta moltissime tecniche e osa in più direzioni creative: nell’ultimo periodo, infatti, sta utilizzando la carta per fare delle sculture anche di medie dimensioni; il secondo, invece, si esprime attraverso una serie di interessanti paesaggi innevati, dipinti con una minuziosa cura del particolare, che rappresentano le campagne del ferrarese con raffigurazioni di abitazioni semplici, ma ricche di particolari che danno ad ogni opera un grande senso della realtà.

Post recenti
Archivio