“Il metodo Montessori e gli anziani fragili”

a cura di Piera Pastore


Un secolo e mezzo fa nasceva Maria Montessori, educatrice e scienziata che avrebbe rivoluzionato la pedagogia. A lei si deve il modello educativo, che oggi vive un grande ritorno basato sulla piena espressione della creatività. Al Metodo Montessori e alle sue applicazioni negli anziani è dedicato il nuovo libro di Federica Taddia (Pedagogista), Ruggero Poi (Formatore Montessoriano) e Annalisa Perino (Pedagogista): “ Il metodo Montessori e gli anziani fragili”: una guida pratica per tutte le strutture residenziali, e non solo, dedicata alla presa in carico di anziani fragili e non autosufficienti; una pubblicazione, impreziosita da schede pratiche, che racconta i livelli di benessere psicofisico apportato negli anziani fragili raggiunti proprio attraverso l’applicazione dei principi montessoriani.


Il volume, con la presentazione della dott.ssa Elena Luppi dell’Alma Mater Studiorum di Bologna e la prefazione del dott. Vincenzo Pedone, Direttore Sanitario del Consorzio Ospedaliero Colibrì, illustra esperienze concrete a partire dalle attività quotidiane che si svolgono in alcune strutture residenziali dell’Emilia-Romagna, in particolare a Bologna. Le prime CRA che hanno introdotto e adottato gli insegnamenti della scienziata italiana sono state Villa Serena e Villa Ranuzzi (strutture sociosanitarie aderenti al Consorzio Colibrì) che tutt’ora ne sperimentano l’utilizzo.


Il Metodo Montessori va, infatti, oltre l’infanzia ed è applicato al mondo della terza età e delle demenze, come l’Alzheimer, con benefici importanti sul piano biopsicosociale. Attraverso l’applicazione del metodo Montessori nei contesti della terza età si può dimostrare che persone con capacità amnesiche compromesse possono ancora essere in grado di apprendere nuovi comportamenti e trarre vantaggi da trattamenti non farmacologici.


Tale pubblicazione, editata da Erickson, si aggiunge ai precedenti, e sempre attuali, volumi: “Laboratori di animazione per la terza età, percorsi socio-educativi” di Federica Taddia e “Il viaggio dello scrigno” di Federica Taddia, Anna Caltagirone e Francesca Ricifari

Post recenti
Archivio
Il Mondo che c'è – Bologna  – Reg. Tribunale di Bologna n. 8441  del 10/11/2016  – Privacy Policy