Espropri per il Passante di Bologna. Da "Confabitare" riceviamo e pubblichiamo

a cura del Dott. Alberto Zanni



Confabitare: no agli espropri per il Passante di mezzo

Confabitare associazione proprietari immobiliari - scende di nuovo in campo contro la realizzazione del Passante.

I recenti avvisi che sono arrivati in questi giorni ai residenti di Via Scandellara portano di nuovo all’attenzione il grave problema degli espropri che peseranno su quei proprietari che hanno acquistato gli immobili nella zona destinata al Passante, con l’aggravante che i cantieri e le opere di costruzione sono stati avviati anche dopo la decisione avvenuta nel 2016 di Autostrade e Enti Locali di realizzare l’opera. Quindi cattiva gestione del progetto, mancanza della informazione dovuta agli acquirenti, conseguente deprezzamento di quanto è stato acquistato. Confabitare sostiene con convinzione che era possibile studiare progetti alternativi e inoltre poiché la nostra associazione opera a tutela della proprietà privata, vista la gravità di quanto sta accadendo, ha deciso di prestare assistenza a tutti quei proprietari che saranno colpiti dal cantiere del Passante, offrendo gratuitamente le consulenze di tecnici e legali esperti soprattutto in materia di esproprio. Infatti oltre a vivere i disagi legati al futuro cantiere, come l’inquinamento acustico e atmosferico, queste persone si vedranno privare di quanto avevano acquistato come garage o parte di cortili o di giardini condominiali. Confabitare vuole quindi sostenere tutti questi proprietari anche nella ricerca delle responsabilità che ci sono in capo alla Amministrazione comunale che avrebbe dovuto maggiormente controllare quest’area ed intervenire con dei vincoli per garantire chi stava acquistando su questi terreni.

Alberto Zanni

Presidente nazionale Confabitare

Post recenti
Archivio
Il Mondo che c'è – Bologna  – Reg. Tribunale di Bologna n. 8441  del 10/11/2016  – Privacy Policy