Non ce n'è Coviddi

Il siparietto della signora Angela dalla spiaggia di Mondello è stato un po' il tormentone dell'estate. Un tormentone anomalo, della quale Angela si è pentita per le critiche ricevute. In realtà si è trattato di un momento di teatro involontario, nel quale sono state tratteggiate alcune caratteristiche tipicamente italiane. Vivere il presente come un “qui e ora” spensierato, nell'incapacità di pensare davvero al futuro, ha animato il “a settembre ci penseremo, ci chiuderemo tutti in casa”. In questi mesi alcuni remix hanno girato in rete; geniale a mio parere il lavoro fatto su “Non c'è” della Pausini. Innumerevoli i meme, e i tatuaggi fatti con l'effigie di Angela. Un momento che, nella sua

Le interviste di Marta Lock: Stefan Feßlmeier, il percorso verso la rinascita parte dall’arte

Artista, tatuatore, uomo di grande energia interiore, Stefan Feßlmeier è caduto e si è rialzato, attingendo a quel tipo di forza che si scopre solo nei momenti più difficili grazie ai quali si delineano anche nuovi percorsi che possono costituire una svolta dell’esistenza e anche un nuovo modo di vedere la realtà. In quella parentesi della sua vita ha trovato il coraggio di lasciar fuoriuscire la sua naturale inclinazione verso l’arte, scoprendo il piacere di esprimere le proprie emozioni attraverso la tela e scegliendo di perseguire il suo sogno a cui aveva rinunciato, delineando un nuovo futuro che prima del percorso di rinascita interiore, non avrebbe creduto possibile poter realizzare. A

UN CALCIO AL VIRUS

I drammatici mesi della pandemia dovuta al Covid-19 hanno visto bloccati totalmente tutti i settori del nostro paese, compreso lo sport. Un periodo di stop, per cause di forza maggiore, che ha privato a lungo gli appassionati, e non solo, di quelle abituali gioie (e/o dolori) settimanali. Al giorno d’oggi il calcio, nonostante sia la disciplina più seguita in Italia, viene visto da alcuni come un insieme di atleti che inseguono un pallone, prendono milioni di euro e si divertono. Se così fosse, sarebbe allora fuorviante parlare di questo sport così costantemente tra amici, nei bar, per strada e soprattutto attraverso i social. Se tutti avessero una visione così affrettata e quasi banale del

IL SECOLO CHE SVANISCE – Un aspetto non molto noto di SERGIO ZAVOLI

Gli Uomini del Novecento Riminese In ricordo del nostro presidente Onorario (Fondazione ISAL) Sergio Zavoli. Affettuoso tributo del Presidente della Fondazione Isal Prof. Wiliam Raffaeli Un’immensa perdita per il Paese, un’insostituibile presenza per chi ne ha ascoltato il sussurro illuminante nella sera. Il 4 agosto scorso il nostro grande concittadino Sergio Zavoli si è spento all’età di novantasei anni. Ha vissuto nella luce limpida della sua fama di raffinato intellettuale e ricercato poeta ponendo continuamente a se stesso e a tutti coloro che hanno dedizione dell’ascoltare, la litania dei “perché”. A me restano le giornate e le notti passate a meravigliarmi della sua innata coscienza p

L'Orchestra Italiana del Cinema per "Roma e l'acqua: una grande storia d'amore&quot

Maggiori informazioni sull’app Waidy IMMAGINI DELLA SERATA (a cura di F. Di Maio) Fondata da Marco Patrignani nel 2010, l’Orchestra Italiana del Cinema è il primo ensemble sinfonico italiano specializzato nell’interpretazione di musica da film. Nata nell’ambito del Forum Music Village, lo studio di registrazione fondato alla fine degli anni Sessanta da Ennio Morricone, Piero Piccioni, Armando Trovajoli, Luis Bacalov, si pone come principale obiettivo quello di promuovere in tutto il mondo la straordinaria eredità musicale delle colonne sonore. Una particolare attenzione è prestata al repertorio storico italiano, sul quale, grazie alla collaborazione di esperti del settore, sono state recuper

Il carisma del Festivalbar

Rievocazioni di una Musica che fu...l Per chi è cresciuto tra gli anni ‘80 e ‘90 il Festivalbar ha sempre rappresentato l’arrivo dell’estate. La fine della scuola, la spensieratezza delle uscite pomeridiane con gli amici, e di sera la tv sintonizzata rigorosamente su italia1 per ascoltare la musica del momento. Il Festivalbar nasce nel 1964 da un’idea di Vittorio Salvetti come gara tra canzoni tormentone dell’estate: i maggiori ascolti evidenziati dai juke box italiani, a cui era applicato un contatore che rilevava quante volte un brano venisse scelto, sancivano il vincitore con una coppa. Cresce sempre di più negli anni ‘80 con il passaggio televisivo da Rai2 a Mediaset, cambiando format e

BAUBEACH di Maccarese (RM) - L'estate all'insegna della Tutela Ambientale ed Etologica

Alla sua seconda edizione il Corso per Dog Manager Ihod© (Ideal Habitat of Dogs), patrocinato dal Comune di Fiumicino e dalla Regione Lazio, porterà per il secondo week end di agosto un programma fitto di appuntamenti e occasioni di partecipazione anche per i Soci che frequentano la spiaggia per cani liberi e felici, alias Baubeach®. Le sei Corsiste, provenienti per metà dalla Toscana e per il resto dal Lazio, tutte donne e tutte cariche di entusiasmo e progettualità “dog friendly”, saranno chiamate a partecipare a tre giorni intensivi di affiancamento e tirocinio, per assorbire al massimo il “mood” del lavoro di accoglienza di grandi numeri di cani accompagnati in un contesto turistico ric

Sondaggio di Confabitare: un bolognese su due trascorrerà le vacanze sull’Appennino

UN TREND IN CONTINUA CRESCITA La situazione di crisi generale, l’emergenza post Covid, accompagnata da un diffuso senso di paura e di incertezza, oltre agli oggettivi problemi legati ai voli per l’estero, hanno sicuramente contribuito ad aumentare il turismo degli Italiani nel Bel Pese, e guardando più vicino il nostro territorio, possiamo dire che una forte percentuale di Bolognesi sta ripopolando le montagne del nostro Appennino nel periodo estivo. È oramai un dato consolidato che molti hanno riscoperto il piacere delle passeggiate sui nostri sentieri, la pace dei piccoli paesi, gli antichi borghi e i percorsi naturalistici, il tutto all’insegna delle tradizioni e della buona cucina montan

Le interviste di Marta Lock: Kristina Vukovic, tra il fumetto e le illustrazioni per disegnare il su

La giovane protagonista dell’intervista di oggi ha le idee ben chiare su cosa vuole fare da grande e si sta già muovendo a tutto campo per realizzare il suo sogno di entrare nel mondo del fumetto non solo in veste di realizzatrice grafica e autrice bensì anche come produttrice. Grazie allo stimolo e all’esortazione costante della madre, anche lei pittrice, Kristina Vukovic a soli diciassette anni ha già partecipato a molte mostre internazionali sia in Austria che in Italia, è membro della Art Factory Gallery di Graz; amante degli animali ha donato alcune opere all’Organizzazione Internazionale Turtle Island per salvare le tartarughe in estinzione. Insomma un carattere determinato e pieno di

Post recenti
Archivio
Il Mondo che c'è – Bologna  – Reg. Tribunale di Bologna n. 8441  del 10/11/2016  – Privacy Policy